Sicet Toscana

                In questa pagina:

                - Il Congresso Regionale del SICeT 2017
                - La Situazione abitativa della Regione.
                - La politica abitativa del SICeT regionale.
                - Le sedi del SICeT in Toscana.

 

Il Congresso Regionale del SICeT 2017

       Il 26 Aprile 2017 si è tenuto a Quercianella (LI.) il VI° Congresso Regionale del SICeT della Toscana con la presenza di 37 Delegati in rappresentanza dei 3.000 iscritti.

Erano presenti il Segretario Generale del SICeT Nazionale Guido Piran, il Segretario Regionale FNP CISL Carlo Marsili, il Segretario Generale UST-CISL della Provincia di Livorno Giovanni Pardini, il Segretario Nazionale dell'Unione Inquilini Virgilio Barachini, il Segretario Regionale del SUNIA Simone Porzio.

        E' stato eletto come presidente dell'assemblea  Carlo Marsili, già Segretario Regionale della nostra Organizzazione e attuale Segretario Provinciale della FNP CISL di Livorno. Il Segretario generale uscente Daniele Cosci ha tenuto la Relazione introduttiva (consultabile in Word), alla quale sono seguiti gli attesi interventi degli invitati. In particolare anche tramite le personalità presenti sono stati esaminati i contenuti della nuova proposta di legge sull’ERP che dovrà riformare la L.R. 41/2015 che ha subito notevoli critiche anche a livello istituzionale per le sue criticità sia politiche che attuative.

        Sono seguiti gli interventi dei Delegati che si sono svolti per tutto il resto della giornata. Ha concluso i lavori il Segretario Generale Guido Piran ed è stato votato il Documento finale (consultabile in Word).  Successivamente si sono svolte le votazioni per il rinnovo dei Dirigenti Regionali. Il nuovo Consiglio Generale, riunitosi subito dopo, ha eletto la nuova Segreteria che risulta così composta:

        Segretario Generale – Vincenzo Brancaglione
              Segretari  Regionali – Daniele Cosci
                                                          Maddalena Puliti

          L'Esecutivo Regionale, oltre ai tre membri di Segreteria, è così composto:

Piero Cipriani

Giancarlo Di Gioia
Nella Giliberto
Gianpaolo Maccioni

Geremia Merlone

Francesco Ostrogovich


                                                     La situazione abitativa in toscana
                                                                   Alcune indicazioni

Popolazione Residente

Nella regione Toscana, al 31 Dicembre 2016, 3.742.437 abitanti; di cui 1.802.884 uomini e 1.939.553 donne, con una popolazione anziana (> 65 anni) pari a 939.649 (23,02%) e con la presenza di 400.370 cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno. 
(fonte Regione Toscana)

Abitazioni private

In Toscana ci sono oltre 1 milione e 800 mila abitazioni, pari al 6% del totale nazionale.
L’83%, cioè circa 1 milione e 500 mila, sono occupate da residenti. La grande maggioranza delle famiglie toscane (il 99,4%) dispone di un’abitazione; inoltre 3 toscani su 4 vivono in una casa di proprietà della famiglia.
Poi ci sono circa 288 mila case vuote (il 16% del totale).
Abitate in proprietà il 62%; in affitto 14%; ad altro titolo 7%; da non residenti 17%  

A Firenze le abitazioni sono 170.607, delle quali 11.166 vuote (6,5%).
Vani medi per alloggio : 4,45. Superficie media per alloggio mq. 94,95.

Nella Provincia di Firenze (compreso il Capoluogo) ci sono 342.601 abitazioni, di cui il 21% in affitto ed il 79% in proprietà.

Seconde case

Numero di abitazioni non occupare da residenti :
- nella Regione Toscana 292.129
- nella provincia di Firenze (compreso il capoluogo) 41.760

Alloggi E.R.P.

Per la Regione Toscana gli alloggi popolari sono 46.351 unità.

Per Firenze ci sono 11.831 alloggi gestiti. 
(Anno rilevazione 2011)

Sfratti
Gennaio - Dicembre 2016

Nella Regione i provvedimenti esecutivi di sfratto emessi nel 2016 sono stati pari a 4.613 (+31,91% sul 2003) –dovuti a :
   -   necessità del locatore : 0 (0,00%)
  
-   finita locazione : 262 (5,68%)
  
-   morosità e altre cause : 4.351 (94,32%) (+27,4% sul 2003)
Richieste di esecuzione presentate all’Ufficiale Giudiziario : 12.1096 (+165,14% sul 2003)

Sfratti eseguiti con l’intervento dell’Ufficiale Giudiziario : 3.431 (+127,82% sul 2003)

Nella Provincia di Firenze i provvedimenti esecutivi di sfratto emessi sono stati pari a 1.254
dei quali per morosità : 1.160 (pari al 92,5% del totale sfratti%)

Richieste di esecuzione presentate all’Ufficiale Giudiziario : 4.975
Sfratti eseguiti con l’intervento dell’Ufficiale Giudiziario : 946

(fonte : Ministero d. Interno)

Nell’anno 2016 il rapporto tra i provvedimenti di sfratto emessi e il numero delle famiglie residenti in affitto in ogni provincia era il seguente: 

Province

Numero famiglie

(dati Istat)

Sfratti emessi

Rapporto

uno sfratto/ per n. famiglie

Arezzo

Firenze

Grosseto

Livorno

Lucca

Massa C.

Pisa

Pistoia

Prato

Siena

18163

62.492

11.404

19.677

19.103

10.636

23.246

16.891

13.499

17.095

355

1.254

317

421

445

249

452

399

428

293

51

50

36

47

43

43

51

42

32

58

Toscana

212.282

4.613

46

Le province di Grosseto, Lucca, Massa C., Pistoia e Prato hanno un rapporto inferiore e quindi peggiore rispetto alla media Regionale.
 

 

La politica abitativa

    In occasione del rinnovo degli incarichi il Consiglio Generale ha discusso e approvato le linee generali del programma di lavoro, già definito durante il Congresso Regionale che si era tenuto a Livorno il 26 Aprile 2017 e che dovrà essere il riferimento e la traccia di lavoro per la nuova segreteria regionale. In particolare :

  •   Per l'edilizia privata la proposta del SICET della Toscana è:

- abolire il contratto libero, decidendo per un unico regime locativo a canone convenzionato regolato dalla contrattazione collettiva fra le organizzazioni di rappresentanza (sindacati inquilini e proprietà edilizia);

- operare per una politica di incentivazione e di costruzione di alloggi per l’affitto a canone concordato anche con finanziamenti che provengano da fiscalità apposite (tassa di scopo);

- permettere all’inquilino di porre in detrazione fiscale la quota di canone annuale stabilita in contratto e pagata al locatore;

- modificare le procedure dello sfratto, che deve essere eseguito solo se il contratto di locazione è in regola con le norme fiscali;

- ristabilire una regolazione delle procedure per l'esecuzione degli sfratti, con una programmazione locale della concessione della forza pubblica in rapporto alle concrete possibilità di rialloggio delle famiglie;

- prevedere forme di regolazione programmata anche per gli sfratti dovuti a morosità involontaria (perdita del lavoro, famiglie socialmente assistite…)

- abolire lo sfratto per finita locazione (solo la necessità del locatore deve essere il motivo per la chiusura del contratto, uniformandosi alle normative degli altri paesi europei);

- potenziare la dotazione finanziaria del fondo sostegno affitti, anche in regime di canone concordato, per mantenere l'erogazione del contributo e dare modo, a chi non riesce ad avere accesso all’edilizia sociale, pur avendone diritto, di sopportare un canone che sia vicino a quello sociale;

        - modulare il sistema di imposizione fiscale ai vari livelli di prelievo, con criteri che premino la locazione per la prima casa anche in affitto e penalizzino fortemente lo sfitto, garantendo la progressione delle aliquote fiscali;

- prevedere sanzioni per gli alloggi tenuti sfitti per più di due anni; 

  •   Per il settore dell'edilizia pubblica la proposta del SICET toscano è:

- approvare a livello nazionale una Legge Quadro sull’Edilizia Residenziale Pubblica che garantisca un’unicità di trattamento, evitando differenziazioni anche normative, che si stanno attuando a livello Regionale; garantire però alle Regioni il livello gestionale di indirizzo dell’ERP;

- rilanciare e definire la finalità sociale e il ruolo strategico del comparto pubblico, come servizio abitativo d’interesse generale; adoperarsi quindi perché in Toscana il patrimonio dell’ERP resti comunque in mano pubblica;

- istituire un Fondo Nazionale, finanziato dal Governo centrale, al fine di garantire su tutto il territorio nazionale i livelli minimi per il settore dell’ERP e il potenziamento nel numero degli alloggi popolari per poter rispondere alla forte domanda di affitto, causa prima dei costi dei canoni.

- prevedere la costituzione di una tassa di scopo da parte della Regione Toscana al fine di potenziare il settore abitativo sociale anche per la manutenzione e risistemazione degli alloggi di antica costruzione.

- salvaguardare la socialità nella determinazione dei canoni di locazione del settore, attivando forme di controllo e trasparenza per una gestione efficace ed efficiente del patrimonio pubblico. A questo proposito è da ritenersi che per la Regione Toscana potrebbe essere attuata una ipotesi di calcolo del canone simile a quanto era previsto nella vecchia legge regionale 25/89 che prevedeva una quota calcolata in base sia al reddito familiare che alle condizioni dell’alloggio. E per le condizioni dell’alloggio potrebbe essere adottato l’attuale sistema del canone concertato, che dovrà poi essere modulato sul reddito della famiglia.

- bloccare i piani d’alienazione del patrimonio abitativo sociale, anche da parte degli Enti Locali.

 


                               Le sedi degli Uffici del SICeT della Toscana

Sede Regionale           

Pisa

V.le Toselli, 14/a - 53100
tel. 348.3706058 - fax. 0577-43411
lunedì, martedì, giovedì 9:00-12:30 e 15:30-18:00

vincenzo.brancaglione@cisl.it

Segr. Vincenzo Brancaglione

     Sedi Provinciali

Arezzo

V.le Michelangelo, 116 - 52100
tel. 057Sicet Regionale5-355632/354071 - fax. 0575-24867

sicet.arezzo@cisl.it
Segr. Piero Cipriani

Firenze Prato

Via B. Ricasoli, 28 - 50122
tel. 055-3269046 - fax. 055-3269099
dal lunedì al venerdì - 9:30-13:00 e 15:00-18:30

maddalenap3@gmail.com

Segr. Puliti Maddalena

Grosseto Siena

V.le della Pace, 132 - 58100
tel. 0564-24328 - fax. 0564-426512

sicetgrosseto@yahoo.it
Segr. Di Gioia Giancarlo

Livorno

Via Goldoni, 73 - 57125
tel. 0586-899732 - fax. 0586-210416/889732
lunedì, martedì, giovedì 10:00-12:00 e 
mercoledì 16:00-18:00

sicet.livorno@cisl.it
Segr. Merlone Geremia

Lucca

Viale Puccini, 1780 S. Anna - 55100
tel. 0583-50881 - fax. 0583-508886/465108

cisllucca@lunet.it
Segr. Giliberto Nella

Massa

Piazza Mercurio, 25/a (c/o Cisl) - tel. 0585-41772
Via Beatrice, 6 (c/o Acli) - 54100
tel. 0585-41772/47466 - fax. 0585-812998

sicetms@interfree.it
Segr. Ostrogovich Francesco

Pisa

Via Corridoni, 36 - 56100
tel. 050-518111/518206 - fax. 050-29467
lunedì, giovedì 9:00-12:30 e 15:30-18:00

pisa@sicet.it
Segr. Cosci Daniele

Pistoia

V.le Matteotti, 37 - 51100
tel. 0573-33149 - fax. 0573-33155

cislpist@tin.it
Segr. Giampaolo Maccioni

Siena

V.le Toselli, 14/a - 53100
tel. 0577-289206/221315 - fax. 0577-43411

gupetren@tin.it
Segr. Petreni Guido

Le altre sedi di zona nelle province della toscana

Aulla (MS)

Via XX Settembre, 27 - tel. 0187-420518  3° giovedì del mese

Avenza (MS)

Piazza Finelli, 17 - tel. 0585-855121

Carrara (MS)

Via Ceci, 11 - tel. 0585-70303/73172  ogni lunedì

Castelfranco (PI)

C.so Bertoncini, 51 - 56022 - tel. 0571-479393
il 2° ed il 4° martedì pomeriggio di ogni mese

Cecina (LI)

Via Marradi, 14A - 57023 - tel. 0586-681306 - fax  0586-635401
Informativa dal lunedì al venerdì 9:00-12:00 Consulenza su appuntamento

Colle Val d'Elsa (SI)

Via Roma, 29 - tel. 0577-922644

Montignoso (MS)

Via Roma, 124 - tel. 0585-340249

Piombino (LI)

Via San Francesco, 67 - 57025 - tel. 0565-220136 -  fax  0565-220104
Informativa dal lunedì al venerdì 9:00-12:00 Consulenza giovedì 16:00-18:30

Poggibonsi (SI)

Largo Usilia, 4 - Tel. 0577-982574

Ponsacco (PI)

V.le della Rimembranza, 20 - 56038 - tel. 0587-733919
mercoledì pomeriggio 16:00-19:00

Pontedera (PI)

Via Mazzini, 115 - 56025 - tel. 0587-56244 venerdì mattina 9:00-11:00

Pontremoli (MS)

Via Bologna, 28 - tel. 0187-830896 3° giovedì del mese

Volterra (PI)

Via Turazza, 19 - 56048 - tel. 0588-88205
il 1° ed il 3° martedì pomeriggio di ogni mese